Mercoledì, 17 Gennaio 2018

Roma-Domus-palazzo-Valentini-2Passeggiare per l’area archeologica dei Fori Imperiali è una delle esperienze più suggestive che Roma offre ai turisti e ai suoi cittadini. La luna è sorta e tramontata su questa splendida città quasi 700 mila volte e ancora oggi dopo tanto tempo ci parla e ci stupisce con la sua unicità e la sua magia. E passo dopo passo lungo la nostra passeggiata l’immaginazione travalica i tanti secoli trascorsi e va alla ricerca, curiosa e spasmodica, di quello che poteva essere Roma nel momento del suo massimo splendore. Nel ricostruire la quotidianità degli antichi romani ci accorgiamo che lo sforzo diventa enorme. Ci guardiamo intorno e ricerchiamo i luoghi dove vivevano, immaginando come potevano essere le loro case, quali potevano essere le loro abitudini, e come si muovevano durante la giornata.

“Siamo abituati, nei film e negli sceneggiati, a vederli in case luminose, con colonne, giardini interni, stanze affrescate, piccole fontane e triclini. Ma la realtà è molto diversa. […] Cominciamo dalle case in cui vive l’élite di Roma, le case dei ricchi, le cosiddette domus” (da Una giornata nell’antica Roma, di Alberto Angela) Per conoscere le loro dimore, le loro abitudini e i loro stili di vita non c’è niente di meglio che visitare, a due passi dall’area archeologica dei Fori Imperiali, in via IV Novembre, la Domus Romana di età imperiale di Palazzo Valentini.

Roma-Domus-palazzo-Valentini-3La visita di questa antica casa riserva non poche sorprese. Il viaggio è straordinario. Si tratta di un’area archeologica di oltre 1.800 metri quadrati rimasta “sotto terra” fino al 2004. Sono stati i lavori di ristrutturazione di Palazzo Valentini, sede degli uffici della Provincia di Roma, a riportare alla luce  la magnificenza di un sito di età imperiale. In breve tempo furono “rispolverate” da vari strati di terra  grandi sculture, residenze di lusso, pavimenti rivestiti da mosaici le cui tessere giunsero a Roma da ogni parte dell’Impero, bagni con condotte idriche perfettamente conservate, parti di strade e giardini.

Entrando dall’ingresso di Palazzo Valentini si scende nei sotterranei e si accede alla domus. Una guida ci accompagna per tutto il percorso; mentre, all’improvviso ci ritroviamo sollevati da terra. I nostri piedi ora poggiamo su un pavimento in vetro che permette di osservare meglio la dimora romana. Una ricostruzione multimediale virtuale ci consente di ripercorre e rivivere tutti gli ambienti della casa. Tutto riprende a vivere. Un computer riesce a ricostruire da pochi resti un intero pavimento di marmi policromi, così come i colori degli intonaci, le colonne, le poche finestre e gli ornamenti. E incredibilmente si sentono anche i rumori, le voci e le risate che in tempi molto lontani hanno animato questa bellissima domus.

Ai nostri occhi appare l’intera struttura anche dall’esterno dove intatta è rimasta una porzione di strada romana. C’è il basolato, costruito con grandi blocchi di pietra e ogni basolo ha uno spessore di 30 centimetri e pesa, a seconda delle dimensioni dai 50 chilogrammi ai 3 quintali. In un tempo in cui tutto veniva fatto a mano questa strada rende perfettamente l’idea del lavoro caparbio e “difficile” che c’era dietro.

La struttura della casa dà invece l’idea di un’ostrica, di un piccolo fortino, perchè racchiusa su se stessa. Ha poche finestre, non ha balconi e il muro cinta la isola dal resto del mondo. Ampie scale portano al piano superiore. La domus era molto grande. Questo ci dice che era abitata da una famiglia ricca e potente, forse da un senatore.

Roma-Domus-palazzo-Valentini-4“L’opera di riqualificazione, ricerca e musealizzazione portata avanti in questi anni con un progetto interamente curato da storici dell’arte, archeologi e architetti, tutti in forza all’Amministrazione Provinciale, ha dato risultati di eccezionale rilevanza, per l’importanza rivestita in età romana da quest’area e perché le scoperte consentono di ricostruire un importante tassello della topografia antica e medioevale della città di Roma.” (dal sito www.palazzovalentini.it)

Alla fine di questo nostro viaggio ci attende un grande plastico dell’area in età romana e delle varie fasi di Palazzo Valentini,  grazie al quale il visitatore può ricollocarsi all’interno del contesto urbano attraverso le sue numerose stratificazioni storiche.

La nostra passeggiata iniziata per caso in una bella giornata di sole ci ha condotto, un po’ per curiosità ma soprattutto per l’amore verso gli antichi romani, alla scoperta di un luogo che non smetterà, come “da miglior copione”, di raccontare, di stupire e di sorprendere ogni singolo visitatore.

E’ possibile prenotare un visita con guida della Domus Romana e avere informazioni utilizzando il numero 06 32810.

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti, ad esempio per un compleanno, scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure i regali last minute

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui (informativa estesa) Informativa estesa cookie.

Chiudi avviso