Venerdì, 23 Febbraio 2018

castel sant angelo notteCamminando sulle rive del Tevere, all'altezza della città del Vaticano e del rione Borgo, ci si imbatte in una struttura circolare che "rompe" la squadratura dei palazzi circostanti, stiamo parlando di un'opera romana famosa come Castel Sant'Angelo ma nota anche come Mole Adriana.

A volere l'edificio, che nasceva come mausoleo funebre, fu, nel 125, l'imperatore Adriano. Il Mausoleo ospitò i resti degli imperatori: Adriano, Antonino Pio che ultimò l'opera nel 139, Marco Aurelio, Settimio Severo, Geta e Caracalla nonché delle compagne e dei figli.

castel sant'angelo notteL'edificio, dopo essere stato spogliato delle decorazioni dei fasti romani, divenne un forte e a partire dal XIV secolo venne collegato al Vaticano con una passerella al fine di creare una via di fuga per il Papa in caso di necessità (passaggio noto come il "passetto"), la struttura fu inoltre usata come prigione.

Con il tempo illustri architetti misero mano alla mole per trasformare l'ormai forte/prigione in un castello. Il nome Sant'Angelo deriva da una leggenda in cui Papa Gregorio I avrebbe visto l'arcangelo Michele rinfoderare la sua spada sulla cima del castello ad indicare la fine di una epidemia di peste che aveva colpito Roma. La statua dell'angelo, oggi visibile, è l'ultima sostituzione di una lunga serie che erano stato poste li a titolo commemorativo.

Dal 1925 la struttura è divenuta il Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo, è oggi possibile visitare le sale, le collezioni di dipinti e manufatti, nonché le esposizioni e le mostre temporanee.

 Il Castello è composto di 6 livelli, ad ogni livello è possibile immergersi in mille contesti, al primo piano ad esempio è possibili visitare: il cortile del Salvatore e quello delle fucilazioni, la cappella dei condannati, l'atrio romano e la rampa elicoidale. Al secondo livello: la rampa diametrale, la sala delle urne, il parlatoio e le prigioni storiche. Al terzo livello: il cortile dell'angelo, le sale di Clemente VIII, quella della giustizia e quella di Apollo. Al quarto livello: il giretto coperto e la galleria archeologica. Al quinto livello: la sala del tesoro, la biblioteca e la sala dell'adrianeo. Infine al sesto livello: la terrazza dell'Angelo, la sala della rotonda e la sala delle colonne.

 Il Museo vanta numerose collezioni; l'area delle ceramiche (attualmente non visitabile): è costituita da pezzi rinvenuti nel corso degli scavi, e include oggetti a partire dall'epoca paleocristiana fino a giungere al rinascimento. Tra i reperti più interessanti da citare: i vasi da farmacia con l'immagine dell'arcangelo Michele e le mattonelle di epoca borgiana. 

La collezione di sculture: in parte "native" del castello come ad esempio "San Michele Arcangelo" scolpito da Michele Bracci nel 1736 e destinato ad ornare l'altare della cappella di Leone X; ed in parte "esterne", principalmente donazioni, come ad esempio il "Compianto sul Cristo Morto", di fattura presumibilmente piemontese del XV secolo.

 Da menzionare inoltre la collezione di quadri, si ricordi: "La pala del Signorelli", (1515-1520) che venne realizzata per il Convento femminile di san Michelangelo di Cortona, "Le tavolette del veneziano Crivelli", (1493) originariamente realizzata per la Chiesa di San Francesco a Fabriano.

Nel museo è ospitata inoltre anche una collezione di armi: i cimeli dell'Esercito Italiano. 

Il biglietto costa 5,00 Euro, sono previste riduzioni ed esenzioni per alcune categorie, notizie aggiornate e dettagliate sono disponibili sul sito Internet ufficiale del museo www.castelsantangelo.com

Da non dimenticare è l'altra "anima" che il castello ha l'estate: le "Notti animate di Castel Sant'Angelo". La manifestazione da anni rappresenta un evento nelle calde serate estive della Capitale in cui è possibile vedere una lunga fila di curiosi e affezionati che aspetta di entrare nel mausoleo per vivere nel cuore della città quello che sembra essere un frammento della Roma storica, giocolieri e musicisti si alternano agli angoli delle terrazze che dominano parte della città creando un'atmosfera unica in un contesto speciale.

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti, ad esempio per un compleanno, scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure i regali last minute

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui (informativa estesa) Informativa estesa cookie.

Chiudi avviso