hosposatounosbirro_1Continua la nostra ricerca delle Serie Tv ambientate nella nostra città. Ne abbiamo scovata una, dove Roma non è solo la location, ma ne è protagonista: Ho Sposato uno Sbirro.

Interpretata da Flavio Insinna, Ho Sposato uno Sbirro è stata una delle fiction Rai più viste nel 2008 con una media di sette milioni di telespettatori.
Co prodotta da Lux Vide S.p.A. e Rai Fiction la prima puntata è stata trasmessa il 13 aprile 2008.   Sono già cominciate le riprese della seconda serie. Per ora tutto tace per quanto riguarda qualche anticipazione su come sarà la trama. Per mesi si è vociferato se Insinna avrebbe continuato a rivestire i panni del commissario Santamaria, la risposta è affermativa.
Nei diversi settimanali italiani non emergono news su cosa accadrà nella seconda serie, sembra però che stanno cercando delle bambine per interpretare le figlie di Diego e Stella (Christiane Filangieri) quindi, ci regaleranno un bella sorpresa.
In attesa di saperne di più, noi di Ez Rome siamo pronti a fare il punto della situazione, su dove eravamo rimasti, ma soprattutto a scoprire la Roma poliziesca di Ho Sposato uno Sbirro.

 

hosposatounosbirro_2Diverse sono le fiction poliziesche girate nella capitale, ma poche hanno il tono leggero e di svago di Ho Sposto uno Sbirro. Le vicende investigative sono trattate con grande delicatezza rendendo, questa fiction un passa tempo perfetto per chi guarda la televisione dopo una giornata stancante di lavoro.
Ho Sposato uno Sbirro è a metà strada tra la commedia ed il giallo, ricalcando un genere che la Lux Vide ha già sperimentato con grande successo in Don Matteo.
Le analogie tra Don Matteo e ho Sposato uno Sbirro sono diverse. Flavio Insinna ha interpretato per diversi anni il capitano dei carabinieri Flavio Anceschi, nella Fiction umbra. In molti hanno visto delle somiglianze caratteriali tra i due personaggi interpretati da Insinna. Le affinità, se così vogliamo dire, sono forse suggerite dal fatto, che in tutti i due casi, ci troviamo davanti a due eroi con la divisa, una dei Carabinieri e l'altra della Polizia. Caratterialmente Anceschi e Santamaria sono molto diversi, più introverso il primo e più solare l'altro. Rimane il fatto che il pubblico che si è "innamorato" di Insinna in Don Matteo non può non averlo trovato altrettanto azzeccato, per il commissario Santamaria.
Non solo, il nuovo protagonista di Don Matteo, Simone Montedoro, stava girando Ho Sposato uno Sbirro, quando è stato chiamato per la serie Tv di Gubbio, per sostituire Anceschi che aveva abbandonato l'Umbria per una promozione a Roma.

hosposatounosbirro_3Ma quali sono le vicende di Ho Sposato uno Sbirro, che hanno tanto appassionato il pubblico?
La trama del film è incentrata sulla relazione lavorativa e privata di due poliziotti, Diego e Stella,  che dopo essersi innamorati decidono di sposarsi. Come accade nella realtà i due sono uno l'opposto dell'altro, sia nel lavoro che nella loro relazione. Lui più riflessivo e lei molto più impulsiva. Diverse sono soprattutto le motivazioni che li ha spinti a diventare agenti della Polizia.

hosposatounosbirro_4Diego Santamaria, dopo essersi  laureato in legge, decide di calcare le orme paterne e di diventare poliziotto. Il mito umano e professionale del padre guida ogni giorno le azioni di Diego che purtroppo lo ha perso da bambino. Il padre, infatti, è morto davanti ai suoi occhi.
Romano de Roma, è vissuto per generazioni nell'appartamento di Campo de Fiori, ama la sua città, tanto che, quando le indagini lo consentono, si muove a piedi per poterla gustare ed ammirare. Fidanzato per anni con Lorenza (Luisa Corna) il rapporto tra i due arriva ad una fase di stallo che li porta a lasciarsi "temporaneamente".
Una decisione fatale, perché Diego si innamora di Stella Morini (Christiane Filangieri) e la sposa a tempi record.

hosposatounosbirro_6Anche Stella è una poliziotta, questo crea non pochi attriti tra i due protagonisti. Stella è molto precipitosa ed istintiva, elemento caratteriale che non poche volte la metterà in pericolo, mentre Diego è più ragionevole e tattico, in diversi casi si troverà a dover frenare Stella.
E' in questa dinamica di coppia tra privato e lavoro che si regge il filo ed il fascino di Ho sposato uno Sbirro. Si crea un mix comico tra privato e lavoro. Come si dice? Mai portare il lavoro a casa! Cosa quasi impossibile visto che quando si lavora insieme, alcune volte i problemi dell'ufficio, si portano anche tra le mura domestiche.

A mettere "zizzania" ci penserà Lorenza l'ex fidanzata che lavora a stretto contatto con Diego come Pubblico Ministero.  Dopo il loro matrimonio non riesce ad accettare il fatto che se lo è fatto sfuggire.
hosposatounosbirro_5Intorno a Diego e Stella ruotano gli altri protagonisti secondari come le due suocere. Erminia interpretata da Giovanna Ralli, madre di Diego e Clarissa mamma di Stella, interpretata da Barbara Bouchet.
Le due mamme sono molto diverse.  Erminia è la classica donna romana, verace e  simpatica, pronta a coccolare il figlio, per lei eterno bambino. Mentre Clarissa è più fredda, raffinata e apparentemente snob. I caratteri opposti delle con suocere fanno emergere la diversa estrazione sociale dei Diego e Stella.

In Ho Sposato uno Sbirro protagonista è Roma. In ogni scena, la capitale fa da  sfondo, con  scorci suggestivi e magici.
Diego lavora nel commissariato Traiano, che si affaccia sul celebre foro, vive a Campo dei Fiori, ma ci sono numerose scene girate a Trastevere, nel lungo Tevere e in moltissimi luoghi al centro di Roma.

Non vediamo l'ora di vedere quali sono le sorprese della seconda serie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui (informativa estesa) Informativa estesa cookie.

Chiudi avviso