Mercoledì, 24 Gennaio 2018

Ti potrebbe anche interessare

ROMA, OLIMPIADI: CODACONS, DOPO UN SONDAGGIO TRA I ROMANI, PRESENTA UN PROGETTO CHE PREVEDA L' "ADOZIONE" PER IL RECUPERO DI 15 PERIFERIE, LE SPESE DELLE OLIMPIADI A CARICO DEGLI SPONSOR PRIVATI, UNA GOVERNANCE CON TERMINI RIGOROSI E CONTROLLI E SANZIONI PESANTI PER LE INADEMPIENZE
CODACONS CHIEDE ALLA RAGGI DI CONVOCARE ENTRO 30 GG. UNA CONFERENZA DEI SERVIZI IN BASE ALL'ART. 14 DELLA LEGGE 241/90

MERCOLEDI' 21 SETTEMBRE CONFERENZA STAMPA DOVE SARANNO FORNITI I DETTAGLI DEL PROGETTO. INVITATI LA SINDACA RAGGI, IL PREFETTO, IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, IL PRESIDENTE DEL CONI, CONFINDUSTRIA E CONFCOMMERCIO

Dopo i clamorosi e inattesi risultati del sondaggio sulle Olimpiadi a Roma realizzato dal centro studi del Codacons, che vede l'85% dei romani favorevoli ai giochi olimpici nella capitale, l'associazione annuncia oggi un deciso cambio di rotta sul tema, ma solo a condizione di un vero e proprio progetto strutturale per trasformare le Olimpiadi in una possibilità di ricchezza per i cittadini e salvezza per le periferie romane.

Progetto che sarà illustrato lunedì 21 settembre alle ore 12 nel corso di una conferenza stampa organizzata dal Codacons cui sono stati invitati: il Sindaco Raggi, il presidente Coni, Giovanni Malagò, il Prefetto di Roma, il Presidente del Consiglio , Confindustria e Confcommercio.

"Su precisa richiesta dei romani abbiamo deciso di appoggiare la candidatura della capitale, ma solo a precise condizioni – spiega il presidente Carlo Rienzi – Tutte le perdite economiche della capitale legate ai giochi dovranno essere a carico degli sponsor, ossia di quelle aziende che sponsorizzano il proprio marchio durante le Olimpiadi. Serve poi una "legge olimpica" approvata dal Parlamento che preveda una joint-venture tra le federazioni sportive e i marchi commerciali, e un piano di "adozione" di 15 periferie romane con il quale imprese e Coni si obbligano a creare servizi, strutture ricettive, spazi verdi e una rete di trasporti efficienti in 15 quartieri della capitale particolarmente degradati".

Il tutto in 24 mesi, con procedure agevolate e sotto il rigido controllo dell'Anac, prevedendo pesanti sanzioni, proporzionali ai bilanci degli sponsor, in caso di ritardi e inadempienze.

In tal senso il Codacons ha inviato una formale richiesta al sindaco Virginia Raggi, affinché convochi una conferenza dei servizi in base all'art. 14 della legge 241/90, con CONI , la Presidenza del Consiglio, Confindustria, Confcommercio, federazioni sportive, allo scopo di giungere ad un accordo tra tutte le parti in causa che escluda rischi economici e danni per Roma e per i cittadini e porti a una riqualificazione certa delle periferie.

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti, ad esempio per un compleanno, scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure i regali last minute

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui (informativa estesa) Informativa estesa cookie.

Chiudi avviso