Venerdì, 20 Aprile 2018

Ti potrebbe anche interessare

Le coupL'Associazione Culturale Teatro Trastevere
presenta
LE COUP - il suolo ti farà vacillare
dal 26 al 29 aprile 2018

Regia:
Raffaele Balzano
Drammaturgia:
Martina Tiberti

Con: Aurora Piermarini Bilato

Musiche originali:
Studio Invisibile

“Tra il cielo e la terra c’è una linea incantata e sottile.
È il limite tra la realtà e il sogno, tra il possibile e l’irraggiungibile. È il teatro del funambolo.
Un unico filo sottile su cui muoversi e lasciarsi vivere.”

Le coup è una ricerca teatrale e musicale ispirata alla figura del più grande funambolo vivente, Philippe Petit. È la storia di un uomo che ha scelto di vivere tra le nuvole e del suo ritorno a terra.
Un’entità bambina si tiene ad un filo nel tentativo di alzarsi e iniziare la sua passeggiata nella vita. Comincia così la storia del funambolo: un’immagine di un corpo in divenire che trova la forza di alzarsi e crescere mettendo a fuoco il proprio sogno e la propria ragione d’essere.
Dopo anni di preparazione e studio arriva il momento della traversata finale: la camminata sul filo è una riflessione sul concetto di limite, equilibrio e purezza. Sulla spinta temeraria di chi sceglie di rischiare per un gesto apparentemente inutile: lasciare anche un’unica immagine di bellezza ad ombra di sé in un mondo sempre più orientato alla miopia dell’obiettivo finale.
Le tracce musicali seguono il colore emotivo di tutte le fasi narrative rendendone più interessante l’uso linguistico e la connessione con il suono e il ritmo: esprimere un desiderio, tenersi a distanza, esercitarsi, imparare a fare nodi saldi ma facili da sciogliere, conoscere i segreti del vento e delle maree, non avere paura, cadere, rialzarsi e raccontarsi sono gli stadi su cui si muove il piede leggero del protagonista.
La storia è narrata da una donna che dopo essere nata ed essersi messa in piedi incontra della difficoltà: si ammala, perché ha troppo vuoto intorno, la sua vita è simbolicamente appesa ad un filo. Non sapendo cosa fare spera di trovare una soluzione leggendo la storia di un uomo che abbia avuto la sua stessa esperienza. Cercando nel suo dizionario personale (un gomitolo di fili e carte appallottolate) trova il nome ‘funambolo’ e in seguito quello di Philippe Petit.

Il monologo ha due letture: la prima, più specifica, è quella che descrive la disciplina metodica del funambolo prima, dopo e durante la traversata; la seconda è quella che traspone la camminata sul filo in un’immagine carica di significati universali, la crescita di un sogno, la paura, il concetto di limite, la caducità del corpo e l’immortalità dei pensieri.
Poesia, gestualità e musica sono gli elementi che caratterizzano maggiormente lo spettacolo, in un crescendo di azioni che culmineranno nell’unico finale possibile.

“Lo spettacolo si muove su due livelli.
Sul palco troviamo una bambina che da terra ci racconta la sua storia attraverso i molteplici tentativi che compie per alzarsi, per trovare un equilibrio, per restare in piedi. Sul palco c’è anche un filo, elemento fondamentale di una scenografia essenziale, un elemento del quale la bambina si fida, al quale affida i propri sogni, con il quale prova a camminare. Sul quale prova a camminare.
Giù dal palco c’è un’altra storia. Giù dal palco c’è Philippe Petit, il funambolo francese che ci racconta la sua più grande impresa: la traversata delle Torri Gemelle nel 1974. Lo fa attraverso il racconto delle tappe che lo hanno portato a compiere quell’impresa, a quello che lui stesso ha definito “Il colpo”. Due livelli, due storie, un’unica interprete.”
cit Raffaele Balzano

Teatro Trastevere
via Jacopa de'Settesoli 3, 00153 Roma
mart-sab: 21:00 / dom: 17:30

 

Fonte: Ufficio Stampa Vania Lai

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti, ad esempio per un compleanno, scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure i regali last minute

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui (informativa estesa) Informativa estesa cookie.

Chiudi avviso